I.T.C.S "Gino Zappa" > Attività > Simulazione di un Processo
Ultima modifica: 18 maggio 2017

Simulazione di un Processo

classi 2AAM, 2CAM, 3AAF, 3ASA, 3ARI e 4CTU

Simulazione di un Processo

Il 13 maggio gli studenti delle classi 2AAM, 2CAM, 3AAF, 3ASA, 3ARI e 4CTU che per tutto l’anno scolastico hanno partecipato al laboratorio giuridico, si sono esibiti nella simulazione di un processo penale, nell’aula 3.0 del nostro Istituto.

Alla presenza del magistrato, Dott.ssa Piera Bossi del Tribunale di Busto Arsizio e delle docenti di Diritto Paola Golin e Giuliana Santo, che li avevano adeguatamente preparati, hanno simulato il giudizio di primo grado di un processo penale, sulla base di una storia da loro inventata, in cui l’imputato era accusato di produzione, traffico e detenzione di sostanze stupefacenti. La fase delle indagini e dell’udienza preliminare erano state già accuratamente condotte nelle settimane precedenti.

Al procedimento penale erano presenti il pubblico ministero, l’imputato con il suo difensore ed i testi di entrambe le parti: per il P.M., la proprietaria di un negozio di fiori e la sua commessa, l’agente posto al pedinamento dell’indagato, l’agente avente svolto la perquisizione del veicolo dell’imputato e il maresciallo autore della perquisizione domiciliare; a difesa dell’imputato erano presenti: la responsabile del corso formativo frequentato dall’imputato disoccupato, l’assistente sociale, l’infermiera e la moglie dell’imputato.
Ogni teste della Pubblica Accusa è stato interrogato dal Pubblico Ministero e dall’Avvocato della difesa, nell’ordine, mentre ogni teste della difesa è stato dapprima interrogato dalla difesa e poi dal Pubblico Ministero, secondo il principio del contradditorio e del giusto processo. Il Giudice è intervenuto, perché ne aveva facoltà, ogni volta che ha voluto porre domande a chiarimento delle dichiarazioni dei vari testi.
Dopo tutti i testi, è stata la volta dell’imputato, che volontariamente si è sottoposto alle domande della difesa e del P.M., e reo confesso del reato, ha poi atteso la sentenza del Giudice.

Ogni studente è entrato perfettamente nella parte ed ha esposto puntualmente e con serietà le battute che, per la maggior parte, erano state precedentemente preparate. Nei primi minuti non è mancata l’emozione, che però via via ha lasciato spazio all’ottima interpretazione di tutti i partecipanti, con i quali sia la Dott.ssa Bossi che la nostra Preside si sono congratulate.

Ringraziamo quindi i ragazzi che hanno partecipato attivamente non solo a questo appuntamento, ma per tutto il percorso di preparazione che li ha portati sino a qui, le professoresse di Diritto: Paola Golin e Giuliana Santo che hanno ideato e coordinato le attività, sostenendo e accompagnando gli alunni in un’esperienza unica, coinvolgente ed interessante. Un grazie particolare va alla Dott.ssa Bossi per la sua disponibilità e collaborazione alla realizzazione del progetto.

Grazie, questa è la scuola che ci piace!

 

Simulazione di un processo penale

Ecco il reportage dell'evento di sabato 13 maggio in aula 3.0…Nel nostro Istituto si è appena concluso un laboratorio didattico innovativo, coordinato dalle due docenti di Diritto, la prof.ssa Golin e la prof.ssa Santo, che ha regalato grandi soddisfazioni!Un laboratorio giuridico cui hanno partecipato una quindicina di studenti di seconda, terza e quarta, che hanno aderito spontaneamente, i quali si sono incontrati settimanalmente per tutto l’anno scolastico e sabato si sono esibiti nella simulazione di un processo penale.

Pubblicato da ITCS "Gino Zappa" Saronno su Martedì 16 maggio 2017




Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi